News

Il cincillà, il beverino e l’acqua

Il cincillà, il beverino e l’acqua

L’acqua è una tra le cose più importanti e necessarie per il cincillà.

Il cincillà è solito abbeverarsi tramite l’utilizzo dei beverini a spillo o a goccia, comuni per quasi tutti i roditori. Sono consigliati beverini molto resistenti (a prova di “sgranocchiamento”) come quelli in vetro o in acciaio.
Beverini Cincillà
I beverini a goccia sono sicuramente i più comuni/utilizzati e personalmente sono i più comodi.

Esistono diverse versioni e misure che variano in base alla specie di animale a cui sono destinati.

Il funzionamento è molto semplice: all’estremità del beverino sono presenti due palline in metallo che non permettono all’acqua di fuoriuscire; il cincillà deve sollecitare e/o ruotare queste palline con la lingua per permettere all’acqua di uscire.

Inoltre, tale beverino risulta il più igienico dal punto di vista della pulizia, perché basta smontare il beccuccio per estrarre le palline in metallo e disinfettare il tutto.

Al di fuori dell’importanza del beverino, sono presenti tante cose da sapere su come somministrare l’acqua al vostro cincillà.

Il cincillà, il beverino e l'acquaAd esempio non tutta l’acqua può andare bene per il cincillà. Bisogna stare molto attenti a dare al cincillà acqua di rubinetto, in quanto potrebbe contenere alte concentrazioni di calcare, cloro oppure potrebbe avere un retrogusto ferreo.

Altro aspetto molto importante riguarda il cambio dell’acqua.

E’ necessario almeno una volta al giorno (anche più volte in estate) pulire il beverino con acqua calda/bollente in modo tale da rimuovere eventuali alghe/microorganismi pericolosi per la salute del vostro cincillà.

Quindi fate molta attenzione quando acquistate un beverino e quando effettuate il cambio dell’acqua, cercando di fornire al cincillà acqua di qualità.

Tag: , , , ,

2 Commenti

  1. Alessandra

    Buongiorno,
    io ho comprato da due giorni un cincilla’ maschio, mi hanno detto che ha 4 mesi.
    Mi sto iniziando a preoccupare perché da quando è arrivato non ha toccato ne cibo ne acqua e ovviamente è un po’ impaurito da me.
    Stanotte (prima notte) ha fatto rumori strani come degli squittii forti, mi dispiaceva e non sapevo come comportarmi.
    Potete darmi un consiglio?
    Gli voglio già bene e non vorrei mai stesse male o vivesse male la vita nella mia casa.

    Grazie mille

    1. michele

      Buongiorno Alessandra, probabilmente è molto impaurito ed insicuro del nuovo alloggio. Vedrai che con il tempo si ambienterà. Cerca di stargli molto vicina. Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *