News

10 punti per conoscere il cincillà

10 punti per conoscere il cincillà

Questo articolo è stato scritto per riassumere in 10 punti gli aspetti e le caratteristiche più importanti da sapere sui cincillà.

1) Origini del cincillà?

Le sue origini geografiche si rifanno principalmente a 4 diversi paesi dell’America Meridionale, in particolare PerùBoliviaCile Argentina, ovvero della parte occidentale delle Ande. Solo negli anni Novanta il cincillà sbarca in Italia.

<<Per maggiori informazioni clicca qui>>

2) A quale ramo Zoologico appartiene?

All’ordine dei Rosicanti, famiglia dei Cincillidi e si sud­divide in due specie, il Lanigera e il Brevicaudata. Il lanigera è la varietà che è possibile trovare comunemente.

3) Quanto vive generalmente un cincillà?

E’ uno dei roditori più longevi, può vivere in media fino a circa 10-15 anni (in cattività anche 20 anni).

4) Caratteristiche fisiche/comportamentali principali?

Di seguito le principali caratteristiche estetiche e comportamentali del cincillà:

  • è un animale crepuscolare
  • è un erbivoro
  • ha la vista poco sviluppata, ma in compenso un udito e olfatto molto sensibili
  • emette diversi versi: se spaventato piccoli stridii che si succedono a brevi intervalli. Alcune volte, se afferrato male e accusa dolore, stride disperatamente come un grosso ratto
  • è un animale molto curioso: può capitare che con atteggiamenti maldestri il cincillà possa “assaggiare” le vostre mani,.  ma in generale il cincillà è difficile che morda per cattiveria
  • il suo peso oscilla dai 20 ai 50 grammi appena nato, fino ad arrivare a 500/800 grammi in età adulta. In genere le femmine sono più grandi dei maschi.
  • il suo mantello è molto morbido e sottile, possiede più di 50 peli per ogni singolo follicolo

<<Per maggiori informazioni clicca qui>>

5) Qual è l’alimentazione del cincillà?

L’’alimentazione del cincillà in percentuale deve essere composta da:

  • 80-90% da fieno
  • 10% da pellet
  • Circa 2% di frutta

<<Per maggiori informazioni clicca qui>>

6) Caratteristiche principali sulla riproduzione del cincillà?

Si può distinguere un cincillà femmina da un cincillà maschio nel seguente modo:

  • la femmina presenta il meato urinario vicinissimo all’ano;
  • il maschio si distingue per la distanza di pochi millimetri tra l’ano e il pene.

L’accoppiamento avviene di solito quando il cincillà femmina è in calore (prevalentemente il periodo riproduttivo è tra novembre e maggio). Al termine del rapporto la femmina rilascia il cosiddetto “tappo”.

<<Per maggiori informazioni clicca qui>>

7) Quale deve essere l’alloggio ideale per il cincillà? 

Il cincillà è un animale molto vivace, agile e ama correre, saltare e divertirsi anche dentro la propria gabbia. Pertanto è preferibile avere una gabbia sviluppata in verticale (es. una voliera).

Generalmente, le dimensioni standard di una gabbia per cincillà sono:

  • Altezza: 120 cm
  • Larghezza: 60 cm
  • Profondità: 80 cm

E’ opportuno che la gabbia sia di metallo in quanto sappiamo che il cincillà ama rosicchiare qualsiasi cosa.

<<Per maggiori informazioni clicca qui>>

8) Quali sono le principali malattie/patologie che colpiscono il cincillà?

l cincillà è pressoché un animale molto resistente. E’ difficili che si ammali, sopratutto se viene alimentato in modo corretto. Tale animale non ha bisogno di particolari vaccinazioni, anche se come per ogni animale è sempre consigliato un controllo veterinario (ogni 6 mesi/1 anno). Come qualsiasi roditore, le principali problematiche a cui il cincillà è soggetto sono i problemi gastro-intestinali causati spesso da variazioni repentine dell’alimentazione o ad un dosaggio eccessivo di cibi freschi nella sua alimentazione.

<<Per maggiori informazioni clicca qui>>

9) Come mai il cincillà fa il bagno nella sabbia?

Il bagno del cincillà nella sabbia gli permette di lavare e lucidare in modo perfetto la propria pelliccia. Per questo motivo risulta necessario almeno una volta al giorno (preferibilmente verso sera) fornire al cincillà una vaschetta con della sabbia pulita al suo interno.

<<Per maggiori informazioni clicca qui>>

10) Quali sono le mutazioni più comuni nei cincillà?

Esistono diverse varietà di cincillà e si distinguono principalmente per il colore del mantello. I diversi colori sono dovuti all’accoppiamento genetico di diversi cincillà. Il colore più diffuso rimane il grigio, poi a seguire il bianco e per ultimo il nero.

<<Per maggiori informazioni clicca qui>>


Saremo molto contenti se ci segnalerete altre domande e/o consigli per migliorare il nostro sito. Non esitate a contattarci e/o commentare i nostri articoli.

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , ,

3 Commenti

  1. elisa

    Volevo chiedere una cosa….capita sovente che quando il mio cincillà non vuole essere disturbato si alza sulle zampe posteriori emettendo uno stridulo e sputa. É una cosa che fanno i cincillà? O é il mio che è particolare? Grazie

    1. Pietro

      Si si è normale, non è saliva è pipi. Evidentemenre non gradisce essere manipolato, se però in quel momento lo ‘afferri’ vedrai che si arrende…. è carattere comunque e tendenzialmente farà sempre così.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *